Auckland, Nuova Zelanda tra urban adventures e natura incontaminata

ManuelaTips  > VIAGGIANDO >  Auckland, Nuova Zelanda tra urban adventures e natura incontaminata
0 Comments

Auckland è la città più popolosa della Nuova Zelanda ed è un centro multiculturale di cibo, musica, arte e cultura.

Conosciuta anche come Tāmaki Makaurau, Auckland si estende su colline vulcaniche e intorno a porti gemelli, offrendo un esilarante mix di meraviglie naturali e avventure urbane. Tamaki Makaurau, in lingua Maori, può essere tradotto come “Tamaki desiderata da molti” o “Tamaki dei cento amanti”. La parola Tamaki ha il significato letterario di battaglia ma potrebbe essere anche un nome proprio e quindi come spesso accade con la spiegazione dei nomi maori risulta difficile avere la certezza del significato.

La storia narra che fu colonizzata per la prima volta dai Maori nel XIV secolo ed è stata, come suggerisce il nome, molto ricercata da esploratori e navigatori proprio per la sua posizione strategica, in quanto terra ricca di cibo (soprattutto kai moana = frutti di mare) e con un ottimo clima.

I Māori costruirono pa terrazzati (villaggi fortificati) sulle vette vulcaniche dell’area allora conosciuta come Tamaki Makau Rau. Ngati Whatua e Tainui, le due principali tribù che vivono tradizionalmente nell’area, si contesero per lungo tempo lquesta terra ricca e fertile ma alla fine Te Kawau, un capo di Ngati Whatua, sconfisse i Tainui.

Oggi si celebra in Nuova Zelanda il Waitangi Day, la festa nazionale che commemora la firma del Trattato di Waitangi avvenuta il 6 febbraio del 1840 tra la Corona Britannica e i capi dei Māori, i nativi polinesiani dell’isola. Māori è una parola che nella lingua omonima significa “normale”, “naturale”. È contrapposta ai pākehā (ossia “di origine europea”) con il quale gli autoctoni definivano gli inglesi. Nel 1840 i Māori e i Pākehā hanno firmato un accordo secondo il quale gli autoctoni cedevano il controllo dell’isola al Regno Unito, che in cambio concedeva loro protezione fisica, dei loro beni e dei loro diritti.

Battezzata nel 1840 in onore del primo Lord grand’ammiraglio e Governatore generale d’India George Eden – primo e ultimo conte di Auckland – è soprannominata anche ‘City of Sails’ (la ‘Città delle Vele’), e si estende al di sopra di una grande area vulcanica quiescente. Solo nella zona della città sono visibili ben 48 coni di vulcani ormai spenti, che appaiono oggi come laghi, lagune o isole che contribuiscono a rendere così caratteristico il territorio occupato dalla splendida Auckland.

Una città cosmopolita che offre a solo mezz’ora di distanza, spiagge da sogno, trail escursionistici con panorami mozzafiato e incantevoli isole. Il clima soleggiato, la vita scandita dal ritmo della musica Polinesiana, la passione per il vino ed il cibo la rendono un mix perfetto di esperienze uniche. Auckland è una città entusiasmante, cosmopolita, sportiva e culturale, che si estende lungo uno stretto tra i due porti naturali di Waitemata e di Manukau i quali rappresentano, insieme alle numerose colline vulcaniche come Mount Eden e l’isola di Rangitoto, il suo tratto distintivo.

#aucklandwarmemorialmuseum

Non è un caso che il “War Memorial Museum” si trovi proprio qui, ubicato nel parco di Auckland Domain, è dedicato alla cultura maori. Le sue collezioni si concentrano sulla storia della Nuova Zelanda (in particolare sulla storia della regione di Auckland): la storia naturale, così come la storia militare, oltre ad essere uno degli edifici-simbolo di Auckland. Il museo ospita una vasta collezione di manufatti Maori e di altre isole del Pacifico e anche una raccolta fotografica di 1,2 milioni di immagini, oltre ad un milione e mezzo di esemplari di storia naturale del mondo della botanica, entomologia, geologia e biologia marina, con l’obiettivo dichiarato di possedere esemplari di tutte le specie della Nuova Zelanda.

La Regione di Auckland nell’isola del Nord offre spiagge meravigliose a pochi kilometri dalla città.

Una delle spiagge piu’ belle e piu’ selvagge della costa occidentale, a solo un’ora dalla città di Auckland è la spiaggia di Piha Beach.

#PIHABEACH

Le spiagge di sabbia nera e le onde Piha Beach si trovano a 40 kilometri da Auckland, sulla costa occidentale dei Waitakere Ranges. La spiaggia è caratterizzata da imponenti scogliere e dalla selvaggia foresta pluviale subtropicale. I venti sferzanti e le spiagge di sabbia nera di Piha Beach, appena fuori Auckland, conferiscono un’atmosfera particolare a questo luogo. E su questo meraviglioso tratto di costa selvaggia sono stati ambientati diversi film storici, proprio qui furono girate le scene del pluripremiato film Lezioni di piano del 1993. Piha, nota come spiaggia per i surfisti è il punto di partenza per avventurarsi nella foresta pluviale tra antichi alberi kauri neozelandesi fino su per il promontorio, da dove si ammira un panorama magnifico.

#Today

Auckland è la città più vivibile grazie al successo della Nuova Zelanda nel contenere il Covid.

Auckland ha recentemente messo in atto un piano trentennale con l’obiettivo di diventare la città più vivibile al mondo: sostenibilità, ambiente e adattamento ai cambiamenti climatici rappresentano le priorità chiave su cui si fondano i futuri progetti di edilizia sociale della città e i suoi obiettivi di crescita economica.


One thought on “Auckland, Nuova Zelanda tra urban adventures e natura incontaminata”

Comments are closed.